Parodontologia

La migliore terapia nasce dalla migliore diagnosi

heading

Il parodonto è il complesso di attacco del dente al corrispettivo alveolo dentario all’interno della bocca ed è costituito dal cemento radicolare, che ricopre la superfice delle radici del dente, dall’osso alveolare, dalle fibre connettivali di giunzione tra queste due strutture e da un microcircolo ematico e l’innervazione specifica. Abitualmente si tende a dare più attenzione ai denti rispetto alle gengive, ma la salute del parodonto è invece di grande importanza nell’economia della bocca; una parodontopatia non controllata causa riassorbimento osseo intorno all’elemento dentario, recessione gengivale e in alcuni casi mobilità del dente. La parodontopatia, o come spesso viene impropriamente denominata “piorrea”, è infatti una delle principali cause di perdita dei denti. Esistono differenti tipologie di parodontopatia, dalla semplice gengivite alle forme più aggressive; il passo più importante è la diagnosi, che consente di affrontare la malattia con le tecniche e le terapie più consone. Sebbene l’eziologia sia puramente batterica, molti fattori influiscono sull’instaurarsi e sullo sviluppo della malattia parodontale, tra cui la predisposizione genetica, la familiarità, le condizioni di salute dell’ospite, le abitudini viziate (fumo, alcool, digrignamento e malocclusioni), ma soprattutto l’igiene del cavo orale. La cura è strettamente correlata alla gravità e all’entità della compromissione e può essere di puro mantenimento, mediante terapia causale, terapia topica o laser assistita, oppure interventistica, quindi chirurgico-rigenerativa. La parodontologia tuttavia non è di interesse esclusivamente delle condizioni patologiche, ma è coinvolta anche con l’estetica della bocca almeno tanto quanto le altre branche odontoiatriche di interesse puramente dentale: in un sorriso piacevole e armonico è infatti indispensabile l’equilibrio delle parti “bianche” con quelle “rosa”, nella bocca e nel contesto del viso.

Conservativa

L’odontoiatria conservativa, come dice il termine stesso, si occupa del ripristino morfo-funzionale degli elementi dentari che hanno perso la loro integrità

Continua

Endodonzia

L’endodonzia è propriamente il trattamento dell’”endodonto”, ovvero lo spazio all’interno del dente e delle sue radici contenente la polpa dentale

Continua

Parodontologia

Il parodonto è il complesso di attacco del dente al corrispettivo alveolo dentario all’interno della bocca ed è costituito dal cemento radicolare

Continua

Chirurgia

Gli interventi chirurgici di pertinenza odontoiatrica riguardano esclusivamente il cavo orale, comprensivo quindi della bocca, con i suoi tessuti duri e molli

Continua

Implantologia

L’implantologia è la branca più recente dell’odontoiatria, o meglio, quella che ha avuto uno sviluppo più importante negli ultimi trent’anni.

Continua

Protesi

Con il termine “protesi” si intende un dispositivo artificiale adibito alla sostituzione di un organo o di una struttura anatomica mancante.

Continua

Ortodonzia

Per un’occlusione ottimale e quindi una masticazione corretta, è importante che i denti siano disposti in arcata nella loro corretta posizione

Continua

Pedodonzia

E’ importante formare i bambini alla prevenzione e alla cultura della salute a partire dai primi anni di vita, incominciando proprio dalla cura della bocca

Continua

Osteopatia

Curare la bocca vuol dire prenderla in considerazione nel suo contesto organico, che riguarda l’apparato stomatognatico, ma anche il resto del corpo.

Continua

Igiene

Le principali patologie riguardanti il cavo orale sono infatti spesso causate da una non adeguata gestione delle procedure di igiene orale.

Continua

Estetica

Fare estetica significa modificare qualcosa della propria bocca, non necessariamente patologico, che consideriamo non piacevole, in qualcosa di bello.

Continua